Archivio Notizie

20.09.2013
Entusiasti e interessati ai prodotti italiani, in particolar modo a quelli toscani. Importanti rapporti commerciali con l’Ente Vini.

Siena conquista la Cina

Una delegazione istituzionale e di operatori della metropoli Cinese di Shenzhen ha incontrato ieri giovedì 19 settembre all’Enoteca Italiana le istituzioni cittadine

Una delegazione istituzionale e di operatori della metropoli Cinese di Shenzhen, una delle aree di maggior sviluppo dell’intera Cina, ha incontrato ieri giovedì 19 settembre all’Enoteca Italiana le istituzioni cittadine rappresentate dal Vice Sindaco del Comune di Siena Fulvio Mancuso, dal Segretario Generale della Camera di Commercio Lorenzo Bolgi, dall’Assessore alle Politiche Economiche della Provincia di Siena Tiziano Scarpelli e, ovviamente, dal Segretario Generale di Enoteca Italiana Fabio Carlesi.

Shenzhen, con 16milioni di abitanti, situata in una zona favorevole perché vicino ad Hong Kong, è uno dei centro produttivi e commerciali tra i più importanti dell’intera Repubblica cinese e si distingue per le fiorenti attività industriali, finanziarie e logistiche.

La delegazione cinese si trovava a Siena nell’ambito di un incoming organizzato da Toscana Promozione perché attratta dai prodotti italiani, in particolar modo da quelli toscani. Tra i suoi componenti era presente Jerome Zhang presidente della Vesuvio Group, importante società cinese che importa vini italiani in Cina e interessata ad incrementare le proprie importazioni. La società è pronta ad instaurare rapporti con Enoteca Italiana per l’acquisto di vino e il presidente della delegazione cinese ha messo in evidenza il ruolo dell’ente vini come garanzia per la promozione del settore nel mondo.

“La delegazione è rimasta entusiasta – afferma il Vice Sindaco del Comune di Siena Fulvio Mancuso - perché mai avrebbe pensato di trovare, in un territorio così piccolo, un insieme di straordinarie unicità a cominciare dalle due Università, dalle bellezze paesaggistiche e artistico-architettoniche che sono degne del miglior turismo ai prodotti enogastronomici, a quelli dell’artigianato e del manifatturiero e alle scienze della vita. L’incontro si è concluso molto positivamente con l’invito a ricambiare la visita a Shenzhen e con la richiesta, da parte del capo della delegazione, di portare in quella città una scuola di formazione enologica, mettendo a disposizione tutto il necessario supporto logistico, che accresca la cultura del vino in Cina”.

E’ stata accolta con entusiasmo, infatti, l’iniziativa di Enoteca Italiana di costituire a breve l’ Academia del Vino Italiano. Si tratta di un progetto che Yishang, sede cinese dell’ente vini, sta elaborando da circa un anno e sarà il primo ‘strumento ufficiale’ per l’educazione al vino italiano in Cina.

La sede dell’ Academia sarà a Shanghai, nella struttura di Yishang, ma i corsi saranno tenuti in tutta la Cina.



Altre notizie (2013):



Enoteca: Fortezza Medicea, Piazza Libertà 1, 53100 Siena ITALIA | Uffici: Via Camollia 72, 53100 Siena ITALIA Tel. +39 0577.228.811 | Fax. +39 0577.228.888 | info@enoteca-italiana.it | P.IVA 000 645 10522
Copyright © 2007 Enoteca Italiana - Tutti i diritti riservati