Archivio Notizie

16.06.2011
Ieri mercoledì 15 giugno le migliori produttrici di Brunello sono state le protagoniste indiscusse di una degustazione alla cieca presso la terrazza di Enoteca Italiana e Ristorante Millevini

Successo per il vino tutto al femminile di Brunello in Rosa

Una serata originale dove i commensali si sono divertiti a scoprire e degustare ben diversi dieci Brunello di Montalcino Docg 2006 per poi scrivere le loro impressioni

Produttrici ed imprenditrici, enologhe ed agronome, creative ed intraprendenti, comunque capaci di dare un tocco diverso ed originale al mondo del vino: ad accomunarle la passione per un prodotto che rappresenta la propria terra e le sue tradizioni, che le porta ad indossare i panni di ambasciatrici per far conoscere al mondo i profumi, i sapori ed i colori del loro territorio.

Questo l’identikit delle dieci produttrici di Montalcino che ieri, mercoledì 15 giugno, sono state le protagoniste indiscusse di una cena/degustazione alla cieca presso la terrazza di Enoteca Italiana. Una serata originale dove i commensali, insieme alle produttrici si sono divertiti a scoprire e degustare dieci Brunello di Montalcino Docg 2006, serviti contemporaneamente, in forma anonima, da uno a dieci, si è iniziato con annotare le prime sensazioni, riguardanti, colore, profumi, corpo, persistenza. Come sappiamo il Brunello ha i suoi tempi, come per produrlo, anche per degustarlo.

"Iniziativa di spessore – dice Claudio Galletti, presidente di Enoteca Italiana – iniziativa che nell’ambito della 45esima Settimana dei Vini, da spazio ad un territorio della nostra provincia, Montalcino, che ha legato in modo indissolubile, il proprio nome ad un Vino, che con la capacità dei suoi produttori, ed in questo caso di quelli al femminile, di aver contribuito ai grandi successi del made in Italy, nel modo".

“Un gran bella serata – ha commentato Salvatore de Lio, manager di Enoteca Italiana che ieri ha guidato e animato abilmente l’appuntamento – abbiamo raggiunto l’obbiettivo, che era quello di creare un evento che non generasse una classifica, tra i vari prodotti, ma quello di cercare la piacevolezza, quella soggettiva, di ognuno di noi. Altro elemento interessante, è stato che proprio le produttrici si sono divertite per prime ricercando il proprio vino tra gli altri".

A rappresentare il “lato femminile” del brunello: Gianna Neri - Col di Lamo; Donatella Cinelli Colombini - Casato Prime Donne; Elisabetta Gnudi – Caparzo, Emilia Nardi - Tenute Silvio Nardi; Elisabeth Koenig – Banfi; Bruna Baroncini - Cantine Baroncini; Olga Peluso - Tenute Frigiali; Telsche Peterska - Tenute Loacker; Lyllian Mele - Tenute Vitanza.

Molta attenzione e curiosità ha creato il prosieguo della serata, quando è stata servita la prima portata del . I vini anche a seguito della loro ossigenazione sono cambiati, si sono diversificati, hanno tirato fuori la loro personalità, ma anche perché con i salumi di cinta senese, i pici al ragù, il brasato con riduzione di brunello, i formaggi… è iniziato il ballo degli abbinamenti, del gusto, della contrapposizione, per finire in doclezza, abbinandolo anche ad un tortino al cioccolato, che ha incontrato molti apprezzamenti.

Un successo dimostrato anche dal pubblico molto eterogeneo, tra cui due piccoli produttori, provenienti dall’Oregon (U.S.A.) che insieme agli altri ospiti hanno espresso giudizi e gusti diversificati.



Altre notizie (2011):



Enoteca: Fortezza Medicea, Piazza Libertà 1, 53100 Siena ITALIA | Uffici: Via Camollia 72, 53100 Siena ITALIA Tel. +39 0577.228.811 | Fax. +39 0577.228.888 | info@enoteca-italiana.it | P.IVA 000 645 10522
Copyright © 2007 Enoteca Italiana - Tutti i diritti riservati