Archivio Notizie

20.04.2011
Dal Vinitaly l’annuncio della nascita dell’Yshang Wine Consulting per la commercializzaione del vino tricolore

Il futuro del vino italiano è oltre la Grande Muraglia

Tante bandierine tricolori fra Shanghai, Pechino e in altre importanti città cinesi. Saranno quelle che simbolicamente metterà l’Enoteca Italiana con l’apertura di una catena di enoteche italiane in Cina per la promozione e la vendita del vino italiano. Intanto l’Enoteca Italiana raddoppia: dopo tre anni di presenza a Shanghai, con una sede per la promozione del vino made in Italy, nasce la Yshang Wine Consulting, la società di Enoteca Italiana per la commercializzazione del vino tricolore.

La novità è stata annunciata da Enoteca Italiana nel corso del 45esimo Vinitaly, in programma Verona, che ha visto la presenza – presso lo stand dell’Ente Vini - di mr. Sen Liu, presidente della “Beijing Zhengyuan Youshi Inc”, società leader per la distribuzione del vino italiano in Cina.

“Siamo già nella fase operativa per insediare una catena di enoteche – conferma il Presidente di Enoteca Italiana, Claudio Gallettinelle città più importanti della Cina, comprese Pechino e Shanghai. Intanto possiamo annunciare la nascita della nuova società, La nuova società di Enoteca Italiana consentirà alle aziende vitivinicole italiane che vorranno essere presenti in Cina di avere un punto di riferimento per la vendita del prodotto e per la pomozione. D’altronde - aggiunge il presidente di Enoteca Italiana - il futuro del vino di qualità è in Cina; l’Italia è già in ritardo rispetto alla Francia, quindi non c’è tempo da perdere se vogliamo dire la nostra nel mercato potenzialmente più appetibile a livello mondiale. Basti ricordare che in Cina ci sono già 100milioni di persone che possiamo definire “ricche”; e 250milioni di benestanti che hanno una buona capacità di spesa, ovvero il target del consumatore medio per il vino di qualità”

Nel 2010 è volato l’export del vino italiano con un giro d’affari di 4 miliardi di euro (+12% rispetto all’anno precedente); con 22 milioni di ettolitri e oltre 2,5 miliardi bottiglie. Manco a dirlo l’exploit più rilevante lo ha messo a segno il mercato cinese con un + 145% rispetto al 2010.

“Dal 2008, da quando Enoteca Italiana ha aperto a Shanghaisottolinea il segretario generale Fabio Carlesiil mercato cinese ha fatto passi giganteschi ed in tempi rapidi. Le nostre attività di promozione, degustazioni, incontri con gli importatori cinesi e con il mondo della ristorazione hanno dato risultati molto importanti, oggi si apre una nuova era quella della commercializzazione delle produzioni tricolori”.

Ed anche al Vinitaly, come avvenuto nei giorni scorsi a Siena nella sede di Enoteca Italiana, non sono mancati gli incontri con i buyers cinesi.

Insomma, il futuro del vino italiano è oltre la Grande Muraglia. Ed Enoteca Italiana, come sempre ha fatto dal 1933, vuole esserci.

Sen Liu, presidente della “Beijing Zhengyuan Youshi Inc”, società leader per la distribuzione del vino italiano in Cina. Il suo intervento è stato una finestra aperta su un futuro da costruire: il mercato cinese. Un mercato che oggi vede la Francia in testa con 39 milioni di bottiglie esportate, e l’Italia in crescita con 6 milioni. Un mercato che va prima di tutto studiato e compreso con pazienza, un potenziale incredibile, ma che necessita di competenze tecniche affinchè il primo passo sia quello fondamentale per aumentare il consumo pro capite. Le previsioni mostrate da Liu parlavano di un obiettivo possibile nei prossimi anni di 3L pro capite, numero piccolo se paragonato ai 40L pro capite italiani. La matematica però ci viene in soccorso: 1.4 miliardi di persone per 3L pro capite sono 42 milioni di ettolitri che potrebbero finire sulle tavole cinesi. Se consideriamo che il consumo mondiale di vino è di circa 240 milioni di ettolitri all’anno è facile capire che prospettiva può essere il mercato cinese.



Altre notizie (2011):



Enoteca: Fortezza Medicea, Piazza Libertà 1, 53100 Siena ITALIA | Uffici: Via Camollia 72, 53100 Siena ITALIA Tel. +39 0577.228.811 | Fax. +39 0577.228.888 | info@enoteca-italiana.it | P.IVA 000 645 10522
Copyright © 2007 Enoteca Italiana - Tutti i diritti riservati