Attività / le Iniziative

Vino e Giovani: In alto i calici con i vini piemontesi!  

Un focus speciale rivolto alla viticoltura della provincia di Torino. Tanti i partecipanti alle degustazioni in occasione della giornata piemontese di Vino e Giovani, la campagna di comunicazione ed educazione alimentare per le nuove generazioni di Enoteca Italiana e Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali

Mercoledì 10 ottobre, presso la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Torino a Grugliasco, tanti i giovani che hanno apprezzato i due momenti enoici
In alto i calici con le eccellenze piemontesi, con un focus speciale rivolto alla viticoltura della provincia di Torino. Due degustazioni, una libera e una guidata, in occasione della giornata piemontese di “Vino e Giovani” il progetto di comunicazione ed educazione alimentare per le nuove generazioni di Enoteca Italiana e Ministero delle Politiche Agricole alimentari e forestali, hanno permesso di far apprezzare i profumi, i sapori, la storia e la grande tradizione di una delle regioni italiane terra di vini per eccellenza.

Mercoledì 10 ottobre, presso la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Torino a Grugliasco, tanti i giovani che hanno apprezzato i vini della provincia di Torino e del Piemonte tutto grazie all’ottimo svolgimento di due degustazioni che ne hanno proposto uno spaccato significativo della produzione enoica. Dopo i saluti di Claudio Galletti, presidente di Enoteca Italiana, affiancato da Silvana Lilli, responsabile del progetto Vino e Giovani, alle 15 ha avuto inizio la degustazione guidata dal titolo “Le peculiarità del vigneto torinese e… oltre” sotto l’abile regia del prof. Vincenzo Gerbi. I protagonisti sono state cinque vini, cinque tipiche espressioni territoriali, alla presenza degli stessi produttori: l’Erbaluce di Caluso DOCG 2011 dell’Azienda Vitivinicola Giacometto Bruno di Caluso (TO); il Pinerolese DOC Doux d’Henri 2011 di Dora Renato di Frossasco (TO); il Freisa di Chieri DOC Superiore “Sun Si” 2011 della Vini Rossotto di Cinzano (TO); il Valsusa DOC “San Bartolomeo” 2009 di Casa Ronsil di Chiomonte (TO) e l’Asti DOCG 2011 di Ca’ dei Mandorli di Castel Rocchero (AT).

"Il successo del talk show e delle degustazioni presso la Facoltà di Agraria testimonia la validità del lavoro che abbiamo realizzato negli ultimi anni per la tutela e valorizzazione delle produzioni tipiche del territorio – ha sottolineato Marco Balagna, Assessore all'Agricoltura della Provincia di Torino, al termine della giornata - un lavoro che si è concretizzato nei progetti del “Paniere” e della Strada Reale dei vini torinesi. I giovani devono essere i principali destinatari della comunicazione promozionale che fa leva sul legame forte tra vino, territorio, tradizioni agricole e culturali locali".

A partire dalle 15,30 invece, e per tre ore, 46 vini di 33 aziende in rappresentanza dell’intera regione sono stati protagonisti della degustazione libera dal titolo “Viaggio nel patrimonio vinicolo piemontese”.

I due momenti dedicati alla scoperta e alla conoscenza delle produzioni vinicole piemontesi sono stati realizzati da Enoteca Italiana in collaborazione con la Strada Reale dei vini torinesi e delle sezioni regionali dell’Associazione dei Giovani Imprenditori Vinicoli Italiani e del Movimento del Turismo del Vino.


Altre iniziative:



Enoteca: Fortezza Medicea, Piazza Libertà 1, 53100 Siena ITALIA | Uffici: Via Camollia 72, 53100 Siena ITALIA Tel. +39 0577.228.811 | Fax. +39 0577.228.888 | info@enoteca-italiana.it | P.IVA 000 645 10522
Copyright © 2007 Enoteca Italiana - Tutti i diritti riservati